LA CANTINA

Il vino nasce nelle vigne ma è in cantina che cresce per divenire il nobile e fiero cavaliere della natura.

La cantina di Licinia è un luogo affascinante. Vi si è cercato di coniugare antiche pratiche con la più moderna ed efficiente tecnologia dell’enologia, ma la totalità delle attività enologiche resta espletata manualmente. Fondamentali sono la professionalità e l’esperienza nella conduzione delle vinificazioni e delle pratiche di affinamento del vino. Tutto il processo, fino all’imbottigliamento rispetta canoni qualitativi di altissimo livello e di tipo biologico.

Già dalla vendemmia, si comincia con tre selezioni manuali delle uve, per vinificare solo le migliori. Una prima scelta avviene in vigna alla raccolta dei frutti, le altre due sono utili per selezionare ulteriormente i grappoli e, dopo diraspatura, i singoli acini che non superano gli alti standard qualitativi.

Le vinificazioni, in rosso o in bianco vengono effettuate a temperatura controllata, le chiarifiche sono effettuate senza utilizzo di sostanze esogene ma solo con processi fisici come la gravità e la temperatura. Infine, l’affinamento in botti prevalentemente da 500 litri, con durate differenti per bianco e rosso, completa la magia dell’opera di trasformazione dell’uva in vino. L’obiettivo enologico è ottenere un vino unico nel suo genere, rappresentativo dell’ambiente della tenuta, espressione delle più belle caratteristiche dell’uva dei vigneti e innovativo nell’affinamento, per armonizzare il giusto contributo delle botti di rovere francese, incorniciando con eleganza il gusto che la natura ci ha donato con i suoi frutti.